Utilizziamo i cookie . Se sei d'accordo con i termini e le condizioni puoi continuare a navigare nel sito.
Stazioni sciistiche ed offerte
Seleziona la stazione sciistica
Check-in
Check-out

Grandvalira, una stazione sempre più impegnata nel talento femminile

Dai responsabili del servizio clienti agli chef dei ristoranti attraverso le motoslitte o uno dei personaggi responsabili del corretto funzionamento delle piste da sci, i pistoni. Queste sono solo alcune delle posizioni ricoperte dalle quasi 650 donne che attualmente lavorano a Grandvalira. Questa cifra rappresenta oltre un terzo della forza lavoro totale della più grande stazione dell'Europa meridionale, composta da 1.840 lavoratori.

 

 

Maussi Arancet ha lavorato come sorvegliante di sorelle a Grandvalira per 11 anni. In questo momento ha visto come la quota femminile sia passata da due persone nel 2009 all'attuale 8. Anche Beatriz Calamita, uno dei macchinisti della stazione, ha visto crescere il numero di compagni nel corso degli anni. "Fino a poco tempo fa [quelli che guidavano macchine da neve] erano principalmente uomini", afferma Beatriz. "Spero che stia diventando una cosa meno rara", aggiunge.

 

Maussi afferma che "noi che abbiamo questa professione sappiamo che dobbiamo lavorare a fianco degli uomini", confermando che non importa essere un uomo o una donna per svolgere questo compito. Come sottolinea Amélie Sala, vicedirettore del direttore tecnico della stazione, "non contribuisco perché sono una donna, ma perché sono quello che sono".