Utilizziamo i cookie . Se sei d'accordo con i termini e le condizioni puoi continuare a navigare nel sito.

Questa è stata la stagione sciistica di Ordino Arcal

La stazione di Ordino Arcal fa il punto di una stagione con 119 giorni di apertura, conclusasi il 13 marzo a causa della covida pandemia del 19 marzo. Una stagione iniziata il 16 novembre, la prima degli ultimi anni, che sarebbe dovuta durare fino al 3 maggio e che avrebbe aggiunto 170 giorni di sci (infine 51 giorni in meno). I dati fino al 14 marzo, data in cui è avvenuta la chiusura anticipata causata dal covid-19, indicano che le cifre erano positive sia in riferimento al numero di sciatori che in relazione alla fatturazione. Pertanto, sono stati raggiunti 161.522 giorni di sci, il che rappresenta un leggero aumento rispetto all'anno precedente nelle stesse date, quando ha raggiunto quasi 200.000 giorni di sci, con 151 giorni.

 

L'inverno 2019-2020 nella stazione di Ordino è stato scarso in termini di nevicate del solito, ma invece, le temperature miti e le giornate di sole hanno fatto sì che gli sciatori godessero lunghe giornate di sci. Questa bonanza meteorologica ha garantito il buon mantenimento degli accessi aperti e si è verificato solo un giorno di chiusura. Le nevicate sono state più limitate, ma in periodi strategici della stagione hanno assicurato l'apertura al 100% del dominio, offrendo le migliori condizioni nei periodi di punta.

 

Tuttavia, gli indicatori hanno mantenuto un trend positivo, i più forti sono quelli relativi alla vendita di skipass, ai servizi scolastici e alla spesa per i ristoranti. Pertanto, Ordino Arcal ha chiuso la stagione invernale con cifre leggermente superiori a quelle registrate nella stagione 2018-2019, se confrontate in percentuale fino alla stessa data. Ciò mostra una buona performance dei mercati, con una forte lealtà nei confronti degli sciatori locali (Catalogna e Francia meridionale) e del pubblico interno, che è cresciuto in questa stagione e che rappresenta il 76% dei visitatori. Il resto dei visitatori proviene da Spagna e Portogallo (18%), Regno Unito, Irlanda, Russia e Ucraina (3%) e altri luoghi (3%).

 

I dati finali confermano questo trend di crescita sostenuta e stabile, con una media di 1.350 sciatori al giorno di installazione aperta, confermando che la stagione è stata una delle migliori degli ultimi anni, in riferimento all'afflusso e al turnover. Questa crescita è giustificata dalla proiezione e dalla promozione commerciale congiunta con i Grandvalira Resorts e dagli investimenti effettuati negli ultimi anni. Quest'anno è stato aperto un nuovo pistato, il Clot, nell'area Coma. Parallelamente alla crescita dell'occupazione, è cresciuta anche l'attività presso la scuola di sci e snowboard di Ordino Arcal, così come le entrate dai ristoranti.

 

Grazie alle nevicate cadute dalla fine di ottobre e all'intenso lavoro delle squadre di sfruttamento, Ordino Arcalís ha aperto il 16 novembre e ha affrontato il Puente de la Purísima in buone condizioni. Dall'inizio delle festività natalizie fino alla chiusura causata dal coronavirus il 14 marzo, la stazione è rimasta pienamente operativa con il dominio skiable che opera con una percentuale compresa tra l'85% e il 100% delle piste aperte. La stagione è stata segnata dai giorni anticiclonici seguiti, con poche nevicate e molto concentrati, che hanno consolidato lo spessore della neve per sommare fino a 464 cm accumulati, il più generoso che si sia registrato alla fine di gennaio: Storm Gloria. Queste nevicate intermittenti durante i mesi invernali sono state sufficienti a garantire la buona qualità e quantità della neve. Pertanto, per un altro anno, il sole e le temperature piacevoli sono stati alleati per la stagione.

 

 

Soddisfazione del cliente

 

Il bilancio generale in termini generali è molto soddisfacente, l'obiettivo è sempre stato quello di garantire che Ordino Arcalís sia una delle migliori destinazioni e prodotti di montagna e neve nei Pirenei. Lo dimostrano i dati derivati dai sondaggi sulla soddisfazione dei clienti: il 100% consiglia la stazione. Inoltre, l'indice di soddisfazione globale si attesta a 8,61 e il punteggio ottenuto dal restauro è 8,28, come uno dei servizi più apprezzati.

 

La comunicazione con i clienti è stata fondamentale in una stagione in cui i sistemi sono stati integrati con i resort Grandvalira. Pertanto, il sito Web ha registrato quasi 700.000 visite e l'App 2.700 download. I social network (Instagram + Facebook + Twitter) hanno quasi 64.000 follower.

 

 

Eventi sportivi

 

Gli eventi sportivi hanno ancora una volta alzato il livello. Vale la pena ricordare il cambiamento organizzativo che ha avuto il XXVIII Trofeo Borrufa, che è stato in parte assunto dai membri dei resort Grandvalira, che ha apportato maggiore qualità all'evento grazie alla sua esperienza in questo tipo di competizione.. Come novità, quest'anno c'è stato un nuovo test: l'Alpine Team Event, al Parador Canaro. Il successo di questo tipo di campionato risiede nella fiducia che gli sponsor danno all'organizzazione, come il caso di Crèdit Andorrà, il Comú de Ordino e i Ministeri d'Esports del Govern d'Andorra. Il suo supporto si è affermato come una delle più prestigiose competizioni di sci per bambini.

 

Un altro degli eventi imperdibili nelle montagne dell'Arcal è stato l'evento Freeride World Tour, che ha nuovamente catapultato Andorra come destinazione essenziale per i freerider. I migliori sciatori fuoripista hanno offerto il miglior spettacolo dal vivo sul pianeta, dimostrando che è una destinazione con la capacità di ospitare eventi di alto livello e che il Principato ha strutture e caratteristiche uniche. Andorra Turisme è stato il pezzo chiave, scommettendo su questa competizione per continuare a dispiegare il suo potenziale e facendo di Ordino Arcal un emblema tra le destinazioni sulla neve. In concomitanza con la competizione d'élite, si è svolto un test Freeride Junior Tour.

 

Campagna estiva

 

Data l'eccezionale situazione, la stazione funziona con la possibilità di aprire parte delle attività durante la stagione estiva. Tutte le circostanze sono allo studio e la decisione verrà presa secondo criteri sanitari, sempre nel rispetto delle linee guida del governo andorrano.

 

Trova le nostre offerte
Seleziona la stazione sciistica
Esquiades.com Esquiades.com
97.9% prenoterebbe nuovamente con Esquiades.com
100 0 Esquiades.com
Esquiades.com
Bellissens Avenue, no. 42, edificio Tecnoparc. Office 127-129, 43204 Reus (Tarragona) 43204 Reus, Spagna
902 09 16 09 info@esquiades.com