Utilizziamo i cookie . Se sei d'accordo con i termini e le condizioni puoi continuare a navigare nel sito.

Nevicherà in Europa?

Abbiamo avuto lunghe giornate di stabilità atmosferica in quasi tutta la penisola iberica a causa di un anticiclone bloccante che era letteralmente una “barriera” e impediva a qualsiasi tipo di aria instabile di entrare nella penisola. In un panorama metaforicamente deserto spiccavano solo alcuni timidi temporali causati da tutto il calore latente proveniente dal suolo.

 

 

Tuttavia questo anticiclone si indebolisce e da questo venerdì entra in noi un'importante massa di aria instabile e fredda che accenderà lo stoppino ad un cambiamento radicale, non solo nel campo delle temperature (che diminuiranno di oltre 10 gradi in un solo giorno nel nord), ma anche nelle forti piogge che possono causare un "caos" significativo nei Pirenei e nei pre-Pirenei.

 

 

Aria più fresca. Il cocktail perfetto per il cambiamento

 

Ed è che questa massa proviene dal centro dell'Europa , un'aria fredda, ma umida, poiché la maggior parte del vento proviene dalle isole britanniche e si riempirà di umidità. Una volta che colpisce i Pirenei, quest'aria salirà rapidamente creando condensa e convezione. Per questo le prime nubi che si formeranno saranno i cumulonembi, temporali che interesseranno tutti i Pirenei e i pre-Pirenei, scaricando nella zona tra i 30 ei 40 litri per metro quadrato. Le prime piogge aiuteranno il calo delle temperature che scenderà drasticamente .

 

 

Le piogge intense favoriscono l'abbassamento delle temperature

 

Dopo tanti giorni di caldo e ambiente secco, nel suolo e nel Mediterraneo si è accumulata una grande quantità di calore latente che sarà il fattore scatenante quando entrerà la massa d'aria fredda. Una volta che questi due fattori si scontreranno, la grande quantità di vapore acqueo che si accumulerà e si condenserà creerà forti piogge che non solo precipiteranno nei Pirenei, ma anche nella catena montuosa cantabrica e sulla costa catalana .

 

Sono previsti accumuli di pioggia compresi tra 30 e 40 l / m2 e accumuli più gravi nei Pirenei che raggiungono valori di 90 litri in questa tempesta. L'accumulo sarà superiore alle 24/36 ore, quindi non saranno piogge torrenziali (in generale) anche se chiediamo cautela nel settore dei Pirenei ed evitiamo di parcheggiare le auto sui torrenti.

 

La pioggia aiuterà ulteriormente a raffreddare l'ambiente e di notte le temperature a 2.400 m raggiungeranno 0ºC. Questo significa che il livello della neve può essere tranquillamente posizionato a 2.300 m sabato sera.

 

 

La neve appare nella seconda fase negli strati alti

 

 

Si tratta di nevicate leggere, che sabato sera non si accumuleranno per più di 10 cm a 2.300 m di quota, e sicuramente la stragrande maggioranza della neve si scioglierà nelle prossime piogge. Tuttavia, è sorprendente che possiamo vedere di nuovo la neve in questi periodi estivi.


Il terreno sarà già bagnato in quelle zone a causa di tutte le piogge della giornata, quindi chiediamo cautela ai passanti in quanto in quelle zone saranno presenti formazioni di ghiaccio.

 

Le Alpi non sono risparmiate, slittino ad agosto

 

Sulle Alpi la massa nevosa sarà maggiore e si prevede un accumulo fino a 50 cm nei prossimi 5 giorni ad altitudini fino a 2.100 m. Il più grande accumulo sarà all'estremità occidentale delle Alpi, sul versante francese. Le zone italiane e svizzere accumuleranno neve, ma non supereranno i 20 centimetri, poiché i venti saranno da est e la maggior parte della neve sarà stagnante sul lato ovest.

 

 

In sintesi si può dire che ad agosto può anche nevicare. Nonostante il fatto che la neve possa essere qualcosa di notevole, vogliamo dare più importanza alla grande quantità di precipitazioni che sarà questo fine settimana , e avvisare la popolazione della zona di questi rovesci. Non stiamo parlando di un'apocalisse, ma dopo diversi giorni di calma assoluta, questi temporali tra venerdì e sabato possono cogliere più di uno alla sprovvista.

 

Questa situazione atmosferica non è eccezionale, e questo settembre potrebbe riservarci un'altra sorpresa.

 

 

Cerca e prenota
Seleziona la stazione sciistica
Esquiades.com Esquiades.com
97.9% prenoterebbe nuovamente con Esquiades.com
100 0 Esquiades.com
Esquiades.com
Bellissens Avenue, no. 42, edificio Tecnoparc. Office 127-129, 43204 Reus (Tarragona) 43204 Reus, Spagna
902 09 16 09 info@esquiades.com