Utilizziamo i cookie . Se sei d'accordo con i termini e le condizioni puoi continuare a navigare nel sito.

Le chiavi della stagione sciistica 2017-2018

Esquiades.com presenta un'analisi del turismo sulla neve in Spagna durante la stagione 2017-2018. Il rapporto fornisce dati sull'afflusso di stazioni, il grado di soddisfazione dell'utente sulla base di parametri quali piste da sci, ristorazione, impianti di risalita e connessione Wi-Fi delle stazioni invernali, tra gli altri.

PER VEDERE L'INFOGRAFIA NEL COMPUTER, FARE CLIC QUI

PER VEDERE L'INFOGRAFIA SUL MOBILE, FARE CLIC QUI

Sciare, depo rte in aumento

Dire che la Spagna non è conosciuta per le sue stazioni sciistiche non è affatto scoprire la polvere da sparo. Il sole e le spiagge, che attraggono entrambi il turismo sulla costa spagnola, spesso mettono in ombra le numerose e varie alternative offerte dal paese. Tuttavia, è tra i 5 paesi più montuosi d'Europa e ha una vasta rete di stazioni sciistiche, le cui strutture sono state visitate da oltre 3 milioni di persone durante la stagione 2017-2018.

Da parte sua, la principale agenzia di viaggi sulla neve in Spagna, Esquiades.com , ha portato a sciare più di 140.553 persone durante la stagione invernale. L'investimento medio dei suoi clienti è di 619,73 euro per prenotazione, il che rappresenta un aumento del 4% rispetto allo scorso anno.

Le cinque stazioni sciistiche più votate

Esquiades.com ha sviluppato un sistema di rilevamento per conoscere il grado di soddisfazione dei propri clienti sulla base di molteplici parametri come stazioni sciistiche, lo stato delle piste, l'offerta di restauro, impianti di risalita e connessione Wi-Fi dei complessi invernali, tra altri. Tutto ciò consente di raccogliere le abitudini e le preferenze del cliente dello sciatore.

Per quanto riguarda le stazioni sciistiche, la classifica di questa stagione è guidata da Grandvalira (con un punteggio di 8,4, basato su 12.285 opinioni), accompagnato da Baqueira Beret (8,3 sulla base di 517 opinioni) e Cerler (nota di 8,2 con 1,142 opinioni). Con un punteggio medio di 8,1 e 8, seguono rispettivamente Masella e Vallnord.


Una delle stagioni più attive

Raramente le stelle si accordano per infrangere le previsioni e ridicolizzarle come quest'anno. Il tempo ha previsto un inizio secco, caldo e nevoso della stagione, ma non è stato così. L'inverno ha portato con sé temperature molto basse, irruzioni dell'aria polare e nevicate con cui qualsiasi "malato" di neve e sci sognerebbe. In breve, è stata una delle stagioni più rigide e fredde degli ultimi anni .

Basti citare l'esempio di Baqueira Beret, che ha rappresentato 63 giorni di nevicate con una somma di spessori fino a 10 metri , il doppio di quella della scorsa stagione. Inoltre, la temperatura minima registrata è stata di -14,3ºC e lo spessore medio della neve di 126 centimetri (quasi mezzo metro in più rispetto alla campagna precedente).

Nonostante la quantità di neve accumulata, meteorologicamente è stata anche una campagna caratterizzata da condizioni meteorologiche sfavorevoli che le stagioni sono riuscite a risolvere molto bene. Grandvalira, ad esempio, non ha dovuto chiudere le sue strutture ogni giorno, rispondendo a forti nevicate con il lavoro delle macchine e un totale di 68 attivazioni del piano di prevenzione delle valanghe (PIDA).

Origine degli sciatori e spesa media per città

Per quanto riguarda l'origine geografica dei clienti Esquiades.com, Barcellona è la destinazione che ha registrato il maggior numero di prenotazioni (22,90% del totale) davanti a città come Madrid (16,14%), Valencia (6,51%), Girona (1,49%) , Saragozza (1,46%) e Lleida (1,19%). Le capitali europee come Parigi, Londra o Lisbona rappresentano circa il 5% delle riserve totali .

D'altra parte, la città spagnola che investe di più nei suoi viaggi sulla neve è Madrid, con una media di 1.036 euro per prenotazione. Seguono Bilbao (877 euro), Valencia (872 euro), Girona (612 euro), Barcellona (603 euro), Saragozza (585 euro) e Lleida (482 euro). A livello internazionale, i viaggiatori da Londra spendono in media 1.128 euro per prenotazione e quelli a Tolosa 465 euro.

Boom di nuove tecnologie

In particolare, il volume delle vendite di Esquiades.com tramite dispositivi mobili e tablet è salito alle stelle rispetto al 2017: l'incremento si traduce in circa l'11,7% in più di acquisti su iOS e Android (rispetto a quelli effettuati lo scorso anno). In totale, il 36,46% delle riserve viene realizzato tramite dispositivi mobili.

Queste cifre avvertono di una tendenza che si intensificherà ancora di più nei prossimi anni: e poiché aumenta l'uso degli smartphone, molti consumatori decidono di prenotare il loro viaggio sulla neve attraverso questi dispositivi. Inoltre, va notato che le App di Esquiades.com consentono di arricchire e ottimizzare l'esperienza del cliente dello sciatore , mettendo a tua disposizione gli strumenti necessari per prenotare il tuo viaggio sulla neve.

Priorità nella pianificazione del viaggio

Rispetto alla stagione precedente, le prenotazioni anticipate sono aumentate del 436% a luglio, del 54,54% ad agosto, del 55% a settembre, del 24% a ottobre e del 7,1% a novembre. Ciò dimostra che gli appassionati di neve prenotano i loro soggiorni e pianificano il viaggio sempre più in anticipo .

Trova le nostre offerte
Seleziona la stazione sciistica
Esquiades.com Esquiades.com
97.9% prenoterebbe nuovamente con Esquiades.com
100 0 Esquiades.com
Esquiades.com
Bellissens Avenue, no. 42, edificio Tecnoparc. Office 127-129, 43204 Reus (Tarragona) 43204 Reus, Spagna
902 09 16 09 info@esquiades.com