Utilizziamo i cookie . Se sei d'accordo con i termini e le condizioni puoi continuare a navigare nel sito.
Stazioni sciistiche ed offerte
Seleziona la stazione sciistica
Check-in
Check-out

Quali Certificati Covid serviranno per sciare sulle Alpi e sui Pirenei?

 

La stagione sciistica 2021/22 si avvicina a grandi passi e molti stazioni sciistiche hanno già iniziato a fornire informazioni sulle condizioni e sui requisiti per sciare nei propri impianti.

 

Molti di voi ci hanno contattato chiedendo del tipo di restrizioni e condizioni per accedere alle diverse stazioni sciistiche. Oggi vi portiamo questo articolo in cui parliamo delle diverse esigenze per lo sci nelle Alpi e nei Pirenei.

 

Sta diventando sempre più chiaro che quest'anno avremo una stagione sciistica nonostante l'aumento dei casi di covid-19 che stanno comparendo in alcuni paesi e si stanno diffondendo in tutto il mondo, sembra che le restrizioni siano tornate .

 

Qui troverai informazioni aggiornate sulle misure che vengono attuate in ciascun paese. Tieni presente che potrebbero subire modifiche in qualsiasi momento e senza preavviso.

 

 

 

Ecco le ultime notizie sul COVID-19 e sui viaggi da Esquiades.com:

 

 

 

CERTIFICATI PER SCIARE IN FRANCIA

 

 

La Francia ha già iniziato ad aprire al pubblico le sue stazioni sciistiche dopo la chiusura dell'inverno 2020/2021 a causa del Covid-19, vengono dettagliate le misure che sia gli sciatori che le località devono rispettare.

 

* La Francia ha annunciato giovedì 16 dicembre che chiuderà le frontiere ai turisti britannici, indipendentemente dal fatto che siano vaccinati o meno. A partire da sabato 18 dicembre, tutti i viaggi di vacanza e d'affari dal Regno Unito saranno proibiti e solo quelli con motivi di lavoro, familiari o medici impellenti saranno autorizzati a entrare in Francia.

 

Cosa è richiesto?

- Certificato Europeo Covid, valido solo se:

- Hai la vaccinazione completa e sono trascorsi più di 7 giorni dall'ultima dose (28 se si tratta del vaccino Janssen) .

- Sei stato vaccinato per più di 11 giorni e meno di 6 mesi.

Se non si è in possesso di Certificato Covid , sarà richiesto un test Pcr negativo o un test TMA entro le 24 ore precedenti. In altre parole, se non sei vaccinato, dovrai fare un test ogni giorno per poter visitare la Francia.

 

Dove è richiesto?

Stazioni sciistiche:

- Per utilizzare uno qualsiasi degli impianti di risalita (compresi quelli gratuiti).
- Per accedere ai ristoranti che si trovano sulle piste (comprese le terrazze).
- Punti vendita skipass.
- Per prendere lezioni di sci.
- Per accedere a tutti i ristoranti.
- Servizi di catering.
- Attività indoor: cinema, bowling, palestre, terme, piscine, musei...


Chi ha bisogno del certificato covid?

- Quelli dai 12 anni in su
- Ai bambini sotto i 12 anni non verrà chiesto nulla ( né certificato né prova ).

 

 

Grandvalira, 14 Dicembre 2021

 

Se le Alpi francesi sono nella tua lista dei desideri per il prossimo inverno, abbiamo una quantità infinita di settimana bianca in diversi tipi di alloggi sciistici per tutte le tasche. Abbiamo anche aggiunto gli chalet alle nostre offerte sciistiche nelle Alpi francesi!

 

 

Le migliori offerte sciistiche nelle Alpi francesi

 

 

 

CERTIFICATI PER SCIARE NELLE ALPI SVIZZERE

 

 

Ingresso in Svizzera

 

- Generale

Si prega di notare che per entrare in Svizzera è necessario presentare un modulo di iscrizione compilato. Potete trovare il modulo di iscrizione qui. Le persone che entrano in Svizzera da zone confinanti con la Svizzera sono esentate dall'obbligo del modulo d'ingresso (l'ingresso in Svizzera in autobus o in aereo non conta per questo requisito): in Germania, questo include lo stato del Baden-Württemberg, lo stato della Baviera. Zone in Italia: regione Piemonte, regione Valle d'Aosta, regione Lombardia, regione Trentino / Alto Adige.

 

Tutte le persone di età superiore ai 16 anni devono anche essere in grado di presentare un test PCR negativo (non più di 72 ore) o un test rapido dell'antigene (non più di 24 ore) quando entrano in Svizzera. Questo test deve essere effettuato nel paese di partenza.

 

Non vaccinati o non recuperati

In Svizzera, tutte le persone di età superiore ai 16 anni che non sono state vaccinate o che non sono guarite devono fare un altro test PCR o un test rapido dell'antigene tra il 4° e il 7° giorno dopo l'ingresso. Il risultato del test e il numero del modulo di iscrizione o una copia della carta di contatto devono essere comunicati al cantone. Se il risultato del test è negativo, deve essere comunicato al cantone dei Grigioni sotto forma di un certificato di test Covid.

La persona sostiene i costi del test. Inoltre, l'ospite deve essere isolato nell'hotel. Le eccezioni all'isolamento non sono possibili secondo le attuali norme legali.

 

- Costi del test e centro di test

Il Consiglio federale ha deciso che, a partire dal 18 dicembre 2021, i costi dei test antigenici rapidi saranno di nuovo a carico della Confederazione. Pertanto, l'ottenimento di un certificato Covid basato su un risultato negativo del test antigene rapido è gratuito. I costi per l'autotest e i test PCR individuali continueranno ad essere sostenuti dagli stessi esaminatori.

 

Requisito obbligatorio della maschera

In tutti gli impianti chiusi (funivie, teleferiche), in tutti i locali chiusi delle ferrovie di montagna, così come in tutte le toilette, è obbligatorio indossare una maschera medica certificata per la bocca per le persone di età superiore ai 12 anni.

 

Ristoranti

L'accesso alle aree interne degli stabilimenti di ristorazione dove avviene il consumo in loco è disponibile per le persone vaccinate o recuperate di età superiore ai 16 anni. Come protezione aggiuntiva, una maschera facciale deve essere indossata in queste aree e solo il mangiare e il bere seduti è permesso. Per le aree esterne, i ristoranti sono liberi di decidere se vogliono imporre restrizioni di accesso o meno. 


 

 

 

 

I nostri esperti di sci e snowboard caricano costantemente le migliori offerte sciistiche per sciare in Svizzera e hanno preparato pacchetti settimana bianca super flessibili per date diverse durante la stagione invernale. Devi controllarli!

 

 

 

Prenota la tua settimana bianca nelle Alpi Svizzere

 

 

 

CERTIFICATI PER SCIARE IN ANDORRA

 

 

Il Governo di Andorra autorizza le stazioni sciistiche a richiedere il Certificato Covid per utilizzare i propri stazioni sciisticheistici

 

 

Cosa è richiesto?

 

- Certificato Europeo Covid.

 

Valido solo se:

- Hai la vaccinazione completa e sono trascorsi più di 14 giorni dall'ultima dose

- Hai superato il virus + hai una dose del vaccino e sono trascorsi più di 14 giorni da quando è stato somministrato.

- Ha avuto la malattia negli ultimi 6 mesi.


Se non si dispone di un certificato covid, sarà richiesto un test Pcr negativo o un test TMA entro le 72 ore precedenti.


Dove è richiesto?

- Stazioni sciistiche

- Per accedere a tutti i ristoranti.
- Servizi di catering.
- Attività indoor: cinema, bowling, palestre, terme, piscine, musei...


Chi ha bisogno del certificato covid?

- Quelli dai 16 anni in su
- Ai minori di 16 anni non verrà chiesto nulla ( né certificato né attestato) .

 

 

grandva28.jpg1640700971.jpeg (1080×1350)

Grandvalira, lo scorso 25 Dicembre 2021

 

 

Le stazioni sciistiche di Andorra hanno già iniziato a preparare la nuova stagione sciistica con questa premessa. Vallnord Pal-Arinsal e Grandvalira inizieranno la loro stagione il 3 dicembre.

 

 

Offerte sci in Andorra

 

 

 

CERTIFICATI PER SCIARE IN SPAGNA

 

 

In Spagna, le Comunità Autonome sono responsabili di tutto ciò che ha a che fare con le questioni sanitarie . Sono loro che hanno permesso l'apertura o meno delle stazioni, e che hanno stabilito le restrizioni per limitare l'afflusso di sciatori. In Catalogna, la Generalitat ha negato l'accesso agli sciatori di altre regioni e province. Peggio è stato il caso in Aragona, dove la DGA ha limitato la circolazione tra le province e l'accesso dei visitatori da altre parti della Spagna, costringendo alla chiusura delle stazioni sciistiche, ad eccezione di Astún, che è riuscita ad ottenere alcuni clienti da Huesca.

 

 

Il prossimo inverno sarà lo stesso. Qui hanno cercato di far esibire alle persone un passaporto COVID per entrare o accedere a determinate aree pubbliche, tuttavia la Corte di giustizia solitamente declina il provvedimento. Bisognerà aspettare ancora un po' per vedere se la Spagna chiederà qualche tipo di certificato anti-COVID.

 

 

Offerte sci in Spagna

 

 

Sierra Nevada piena di neve solo pochi giorni fa. 24/12/21

 

 

CERTIFICATI PER SCIARE IN AUSTRIA

 

 


Nuove regole per tutti coloro che arrivano da Regno Unito, Paesi Bassi, Danimarca e Norvegia. Questi paesi saranno classificati come una regione con varianti di virus dal 25 dicembre in Austria. Questo significa che:

 

Le persone che sono completamente vaccinate (doppio vaccino) E che hanno ricevuto il 3° richiamo possono entrare in Austria con un test PCR negativo (valido 48 ore). I bambini sotto i 12 anni sono esenti (vedi sotto)!

 

Tutti gli altri che entrano in Austria devono mostrare


- La prova di una vaccinazione completa (2 vaccini) O la prova di un'infezione passata (il documento medico deve mostrare la data di guarigione - (per gli ospiti dal Regno Unito: una e-mail / testo NHS di un test positivo non è sufficiente) 
- E un test PCR negativo (valido per 72 ore) O la prova di un richiamo (il richiamo è valido dal primo giorno) 
- Vedi ulteriori dettagli qui sotto (Quali prove sono accettate?) 

 

Regole per bambini e adolescenti


- I bambini sotto i 12 anni non hanno bisogno di una prova di vaccinazione/recupero o di un test PCR se accompagnati da adulti completamente vaccinati o guariti. 
- Gli adolescenti (12 anni o più e nati il 1 settembre 2006 o dopo) possono utilizzare il primo test PCR del loro Holiday Ninja Pass per entrare in Austria. 
- Per gli adolescenti nati prima del 1 settembre 2006, si applica la regola "2-G+" (prova di vaccinazione completa/recupero E test PCR O richiamo). 
- Si prega di notare che i bambini e gli adolescenti di età superiore ai 12 anni che arrivano dal Regno Unito, dai Paesi Bassi, dalla Danimarca o dalla Norvegia (paesi con la variante del virus) hanno regole diverse a partire dal 25 dicembre. Devono essere completamente vaccinati (2 vaccini) E aver ricevuto il 3° richiamo. Hanno anche bisogno di un test PCR negativo (valido 48 ore) per entrare in Austria.

 

Quali prove sono accettate? 


Per provare il vostro stato "2-G" potete usare l'applicazione NHS Covid o l'EU Covid Pass. Si accettano anche versioni stampate e certificati medici di vaccinazione o di guarigione.

 

In Austria puoi sciare in tutta tranquillità, purché porti con te un certificato di vaccinazione contro il coronavirus. Puoi anche dimostrare di essere immunizzato, tuttavia se la situazione inizia a diventare difficile durante la stagione sciistica, dovresti essere consapevole che potrebbero inasprire e far entrare solo coloro che hanno la linea guida completa per le vaccinazioni, quella che chiamano 2-G, e può dimostrarlo con il certificato COVID.

 

 

 

Le Alpi austriache sono benedette da una lunga e ricca stagione di neve e il paese è ampiamente riconosciuto come una delle migliori destinazioni sciistiche al mondo con innevamento sicuro. Dai un'occhiata alle nostre settimana bianca a Innsbruck, includono lo Ski plus City Skipass che ti darà accesso a un totale di 13 stazioni sciistiche e ad altre attività e visite super divertenti!

 

 

Le migliori offerte sciistiche in Austria

 

 

CERTIFICATI PER SCIARE IN ITALIA

 

 

 
Primo Paese ad ufficializzarlo: Green Skipass obbligatorio per sciare

 

 

L'Italia ha una certa limitazione alla capacità dei suoi impianti di risalita . Le cabine accetteranno solo un massimo dell'80% della sua capacità totale. Questa misura non sembra interessare le seggiovie.

 

L'Italia è un po' dura con chi non è stato ancora vaccinato. Quindi, per evitare che vengano contagiati, dal 15 ottobre non si può andare a lavorare senza essere vaccinati. Questo vale anche per i dipendenti delle stazioni sciistiche.

 

 

Per accedere agli stazioni sciisticheistici sarà richiesto anche il Green Skipass (certificato COVID). Lo hanno richiesto le stesse aziende e organizzazioni legate al comprensorio sciistico neve, come la Federazione Italiana Sport Invernali (FISI), l'Associazione Nazionale Funivie (Anef), l'Associazione Maestri Sci Italiani (Amsi ) e il Collegio Nazionale dei Maestri di Sci (Colnaz).

 

 

 

Settimana Bianca 2021/2022

 

 

 

Se hai bisogno di consigli, il nostro team di esperti di sci sarà più che felice di aiutarti.

 

Puoi chiamare il nostro servizio clienti +44 (0) 2 036 959 406 che è disponibile dal lunedì alla domenica dalle 9:00 alle 21:30. Puoi anche raggiungerci tramite il seguente link e possiamo inviarti un preventivo via e-mail.

 

 

 

#SKIYOUSON